Un’avventura per cuori forti. Salire e scendere sulle Ande lungo un budello di strada, stretta e tortuosa, in compagnia dei condor. Con l’occhio perennemente fisso ai precipizi sottostanti, ma con la protezione della Pacha Mama

[Bolivia+-+Carretera+de+la+Muerte+16.jpg]

“Carretera de la Muerte” in Bolivia è stata definita dal 1995 la strada più pericolosa del mondo.
Con i suoi strapiombi che arrivano a toccare profondità di oltre 600 metri, collega La Paz a Coroico, toccando i 4700 metri di quota per poi scendere fino ai 1500.
E’ diventata, negli ultimi anni, una tra le mete più ambite per il biking estremo.
Tanto spettacolare quanto pericolosa; negli ultimi 12 anni hanno perso la vita ben 30 ciclisti.

[Bolivia+-+Carretera+de+la+Muerte+13.jpg]

Quasi 70 chilometri di strada mozzafiato da La Paz a Coroico in Bolivia, denominata la carretera de la muerte è senza dubbio la strada più pericolosa del mondo con 30 ciclisti (e si parla di ciclisti non di automobili) morti in meno di 10 anni. Strapiombi vertiginosi di 600 metri. Meta del biking estremo questa strada, situata nelle Ande più pericolose, raggiunge l’amazzonia tra tunnel scavati nella roccia, discese spaventose e curve senza nessun tipo di protezione che si affacciano su precipizi di oltre cinquecento metri. Non oso dirvi i morti caduti negli strapiombi a bordo dei pulman turistici. Da paura! Guardatevi il video e le foto all’interno dell’articolo.

 
Annunci