Alcune strade attraversano i paesaggi piu’ straordinari e lasciano nel viaggiatore un ricordo indelebile.

Dagli Stati Uniti all’Australia, da ovest a est, ecco una selezione di strade che percorrono i luoghi più suggestivi e più spettacolari del mondo.

La costa del Pacifico o le sponde del Mediterraneo, deserti, canyon, picchi delle Ande, dell’Himalaya e delle Alpi, le strade che conducono ai luoghi più belli del nostro pianeta.

 

1. Ring Road -Islanda

La “Ring Road”,  percorre tutta  la regione costiera, il centro dell’isola è disabitato. Lunga circa 1300 chilometri, lungo i quali si incontrano tutti i paesaggi d’Islanda: crateri, cascate, ghiacciai, lava, geyser (Il geyser è una tipologia di sorgente di acqua calda  con emissioni periodiche di getti di acqua calda e vapore) e sorgenti.

La strada è per metà asfaltata o lastricata, ma spesso danneggiata a causa delle condizioni meteorologiche estreme. E ‘popolare tra i turisti perché collega le principali attrazioni dell’isola.

2. Strada dei Trolls – Norvegia

Ad un’ ora dal famoso Geirangerfjord, verso Åndalsnes, questo tratto di strada 63 è uno degli itinerari più interessanti in Norvegia.

Stretta, protetta da mura di pietra, la strada ha 11 tornanti lunghi , circa sei miglia che serpeggiano il fianco della montagna ai margini del vuoto. Si snoda lungo una cascata alta 200 metri.

Da non perdere: la vetta (862 metri), con una magnifica vista sulla valle e le cime delle montagne circostanti. E’da fare assolutamente!     Non può mancare la visita del Geirangerfjord( é uno dei siti naturalisitci più visitati della Norvegia) e il punto panoramico del percorso delle aquile: il Dalsnibba

3. Slea Head Drive, penisola di Dingle -Irlanda

Slea Head Drive percorre la punta occidentale della penisola di Dingle, partendo della città omonima. Questo scenario è particolarmente selvaggio e vi girarono il bellissimo film di David Lean, La figlia di Ryan (1969).

Una montagna di sterili colline rocciose cadono improvvisamente in mare. Molti sentieri escursionistici attraversano la penisola portano a dei magnifici laghi di montagna.

Da non perdere: Dingle, Capo Slea, Ballyferriter, Blasket Island.

4. Strada delle alpi tedesche – Germania

La Strada delle Alpi tedesche

La Deutsche Alpenstrasse  attraversa le Alpi bavaresi per 500 km da Lindau (sul lago di Costanza) a Berchtesgaden ( al confine con l’Austria).

La strada alpina tedesca  si snoda tra cime innevate, foreste, laghi e pascoli.

E’ interessate anche dal punto di vista artistico e culturale, passa vicino ai castelli di Ludwig II di Baviera, inoltre durante il tragitto si possono ammirare le tipiche case bavaresi. Consigliabile la visita dei castelli.

5.Passo dello Stelvio – Italia

Questa strada di montagna nelle Dolomiti, e’ il più alto valico stradale in Italia, una delle più alte dell’arco alpino. Un paradiso per gli automobilisti, i ciclisti, per e gli amanti dello sport della natura.

Nel Parco Nazionale dello Stelvio,un ecosistema alpino protetto

Il ghiacciaio del Passo dello Stelvio è il più grande comprensorio sciistico in estate delle alpi (maggio-novembre).

Da non perdere: passeggiate nel Parco Nazionale dello Stelvio, il Dreisprachenspitze (“picco delle tre lingue”), il ghiacciaio del Passo dello Stelvio, e il monumento in onore di Coppi, il ciclista che ha scalato il passo nel 1953.

6. Costa Amalfitana – Italia

Da Sorrento ad Amalfi, la strada statale 163 corre lungo la costa amalfitana. A sud di Napoli, piccoli centri si susseguono come i grani di un rosario.

I villaggi di pescatori lasciano incantati i visitatori. Il percorso si affaccia su un mare bellissimo. Alberi di limoni, ulivi e di mora completano il paesaggio. In breve, un paesaggio da cartolina al 100%.

Lungo il percorso sono spesso presenti chioschi allestiti da ambulanti l per vendere prodotti tipici, come i limoni o peperoncini piccanti, molto folcloristici. Da non perdere: Sorrento, Positano, Ravello, Grotta dello Smeraldo, Amalfi.

7. Grande et Basse Corniches – Francia

Villefranche-sur-Mer © Sandro Michaeli

Collega Monaco a Nizza, la Route de la Grande Corniche gioca a nascondino con il mare che si affaccia sulla costa Azzurra, copre 33 miglia ed evita il rumore e la congestione della costa.

Prova a tornare indietro nel tempo e immaginare chi può essere alla guida di una decappottabile, capelli e foulard al vento.

Da non perdere: Villefranche-sur-Mer, Saint-Jean-Cap-Ferrat, il borgo medievale di Eze, e prendere il tempo per visitare la città vecchia di Nizza e la elegante Monaco.

8. Strada Transfagarasan – Romania

© Sorin Toma / Office de Tourisme de Roumanie

Spettacolare, si snoda attraverso le montagne Fagaras, a sud dei Carpazi. Strade tortuose, tornanti, ponti, viadotti e gallerie …

In estate, e’ terreno di addestramento per i ciclisti. Da metà ottobre a fine giugno, le montagne Fagaras sono un’area popolare dove si pratica sci e alpinismo.

Da non perdere: la Chiesa di San Nicola e il monastero di Curtea Arges, Castel Fagaras, Lago Balea e vista sulla valle del Arges.

9.Strada Tizi-n-Tichka – Marocco

© Marie Borgers

Una delle strade simbolo del Marocco, che attraversa l’Haut Atlas per quasi 200 km da Marrakech e Ouarzazate. Il percorso sembra lunare.

Tra aprile e ottobre, queste zone desertiche sono adatte per l’escursionismo. Tra gennaio e aprile, il passo è a volte chiuso, coperto dalla  neve.

Da non perdere: il villaggio di Taddert, la kasbah di Telouet e la miniera di sale, il villaggio di Ait-Benhaddou, escursioni a piedi da Aït-Benhaddou Kasbah fino Anemiter o di Tamdaght.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

10. Chapman’s Peak Drive – Sudafrica

Plage de Noordhoek © Vittorio Carlucci

Questa strada, a sud di Città del Capo, e’ lunga solo 10 km, tra Hout Bay e Noordhoek, ma che strada! Una splendida vista, l’enorme scogliera, di granito e arenaria, con vedute spettacolari della costa.

Vittima del suo successo, la strada è soggetta a frequenti chiusure a causa di frane.

Da non perdere una delle più belle spiagge della zona, Noordhoek, la cui lunghezza è pari solo alla sua bellezza. Uno dei luoghi più selvaggi della penisola. Eccezionale posizione panoramica, ma pericolosa di notte.

11. Leh-Manali Highway – India

© www.awalkonthewildside.org

Questa strada è la seconda più alta del mondo! 480 km, non sempre facili, collega due città nel nord dell’India, Manali e Leh.

In alcuni punti raggiunge quasi i 5500 metri, Da circa metà ottobre fino a metà maggio, a seconda delle condizioni meteo, la strada viene chiusa, per ovvi motivi di viabilità

12.Tunnel di Guoliang – Cina

Tunnel de Guoliang © FANG Chen

Una delle strade più pericolose del mondo! Tunnel Guoliang nella provincia di Henan, è scolpita su una montagna. Segni particolari: 5 metri di altezza … e solo 4 di larghezza. Un serpente che entra ed esce dal ventre della roccia.

Tra tenebre e luce, claustrofobia e vertigine, e’ difficile godere appieno del panorama mozzafiato.

Da non perdere: la vista che si presenta dalle sezioni  aperte, il pannello che racconta  la storia epica dei costruttori del tunnel, il monumento eretto in loro onore e il villaggio nascosto di Guoliang.

13. Strada panoramica d’Osado – Isola di Sado – Giappone

Osado skyline © www.japan-guide.com

Abbraccia i contorni di Sado Island, a est del Giappone, la strada panoramica che da Chigusa va fino alla Miniera d’Oro Sado. Ogni angolo è una sorpresa, un altro gioiello di cui godere. Vista spettacolare, che purtroppo puoi vedere solo sei mesi all’anno: l’accesso è chiuso in inverno, da novembre ad aprile.

Da non perdere: Chigusa,  Miniera d’Oro di Sado, e il Monte Donden.

14. Strada costiera a est di Bali – Indonesia

Plage d'Amed © Alain Peden

Lontano dai percorsi  turistici, la strada stretta e tortuosa entra in una più intima Bali, Tulamben in Candi Dasa.

Situata ad est dell’isola, fa il giro del Seraya Gunung, percorrendo i  fianchi del vicino vulcano del Monte Agung e le coste dello Stretto di Lombok.

Un paradiso di pace, un giardino  Eden, per lo splendente ecosistema, dove  alberi di banane e palme si stagliano nel  blu del mare

Gli abitanti vivono  ancora principalmente di pesca.

Da non perdere: il villaggio di Amed, il fondo del mare sul versante di Tulamben, Seraya picchi gemelli, Ujung le rovine del tempio Lempuang.

15. Great Ocean Road – Australia

Great ocean road © CarpDiem

600 km di strada tortuosa attorno alle magnifiche spiagge del sud-est dell’Australia. La Great Ocean Road offre una vista affascinante:  onde potenti che si scagliano sulle scogliere; attraversa boschi di eucalipti e affascinanti località balneari.

Da non perdere: i Dodici Apostoli, le scogliere color ocra scolpite da acque azzurre, la foresta di Otway Nat West, l’antico porto della caccia alle balene a Warrnambool,  la città di  Anglesea, Lorne, Apollo Bay e Port Campbell.

16. Pacific Coast Highway – California -Stati Uniti

Pacific coast highway © BRUNE

Lungo la costa del Pacifico, da nord di San Francisco a San Diego, passando per  Los Angeles, sulla via di spiagge, calette, con panorami strabilianti.

Tra queste diversità di paesaggi, una cosa  comune:  l’orrizonte del pacifico.

Da non perdere: la frastagliata costa di Big Sur, Dana Point e le spiagge di Santa Monica, Venice Beach, Long Beach, Newport Beach, Laguna Beach, Sunset Beach ..

17. Strada 190, Valle della morte – California -Stati Uniti

© clemcola

La Strada 190, che conduce al Nevada, attraverso uno dei paesaggi più affascinanti degli  Stati Uniti: Death Valley (Valle della Morte), uno dei più profondi solchi nell’emisfero settentrionale, che affonda a 86 metri sotto il livello del mare su una superficie di 13.354 km2, è il punto più caldo e più secco di tutti gli Stati Uniti: un deserto spietato dove le temperature in estate , supera costantemente i 40 ° C all’ombra.

Il paesaggio lunare offre lo spettacolo di un territorio bruciato dal sole, ma di incredibile diversità:  canyon e cactus, palme e dune di sabbia, crateri e fenomeni geologici.

Da non perdere: Zabriskie Point, Punto panoramico di Dante, dune di sabbia Mesquite Flat.

18. Route 64, Grand Canyon – Arizona – Stati Uniti

© Arizona Office of Tourism

Per 40 miglia, Highway 64 confina con il sud del Grand Canyon un panorama mozzafiato, senza dover lasciare il veicolo. Grandezza e splendore della natura che ha sconcertato molti.

Da non perdere: il Grand Canyon nel suo complesso merita attenzione. Solo il numero di visitatori può essere un lato oscuro di questo overhead.

19. Going-to-the-Sun-Road, Parco Nazionale – Montana – Stati Uniti

© Pierre Rollini

La Going-to-the-Sun “strada che va verso il Sole,” La via, letteralmente cammina sul terreno accidentato del Glacier National Park per circa 83 km.

Si lascia alle spalle laghi e fiori di campo, a favore di un cammino tortuoso verso le altezze del Parco. I visitatori  hanno l’impressione di avvicinarsi al cielo. Qui è stata girata la sequenza iniziale di Shining di Kubrick.

Da non perdere i panorami più magici, il delizioso lago di McDonald e la linea di spartiacque tra gli oceani Pacifico e Atlantico.

About these ads